Torta di pane con ciliegie alla cannella

Se per le ciliegie vale il detto “una tira l’altra”, questa torta vi conquisterà al primo morso! Dalla blogger di “Smile, beauty and more”

Dalla blogger di "smile, beauty and more"

E’ arrivato finalmente il periodo delle ciliegie, un frutto di grande dolcezza. Le ciliegie, rosse e così allegre, dolci e così succose, sono da sempre associate al detto “una tira l’altra”, ed è proprio così. Le ciliegie vengono annunciate dalla fioritura di corolle bianche e delicate che, da sole, creano paesaggi spettacolari. I frutti arrivano subito dopo, a maggio, e diventano la rappresentazione ridente e fugace della primavera.

Il frutto, normalmente sferico, di 0,7-2 centimetri di diametro, può assumere anche la forma a cuore o a sfera allungata. Il colore, normalmente rosso, può spaziare, a seconda della varietà, dal giallo chiaro del graffione bianco piemontese al rosso quasi nero del durone nero di Vignola.

Le ciliegie sono ricche di vitamine, contengono vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B, e sono fonte di sali minerali come ferro, calcio, magnesio, potassio e zolfo. Contengono melatonina naturale, sostanza che favorisce il sonno, e antiossidanti che aiutano il nostro organismo a contrastare l’invecchiamento della pelle. Una dose di 25 ciliegie circa al giorno, preferibilmente la mattina accompagnate con abbondante acqua, aiuta, inoltre, a depurare l’organismo. Un’altra caratteristica non meno importante delle ciliegie è quella di contenere poche calorie, 40 calorie ogni 100g.

Come già citato prima esistono moltissime varietà di ciliegie, coltivate su tutto il territorio italiano; una delle più diffuse è la varietà Amarena che si distingue per il suo rosso intenso e il sapore acidulo, matura da giugno ed è disponibile fino a luglio. La varietà Durone Nero di Vignola è quella più comunemente acquistata e consumata a tavola ed è dunque la più celebre; è grossa, dolce e carnosa, ha un colore rosso intenso tendente al nero, ed è disponibile da giugno. Troviamo poi il tipo Anellone, chiamato anche Durone dellAnella, molto dolce, dal colore rosso brillante e maturo da fine giugno.

La Bigarreaux ha invece un colore rosso intenso, una polpa molto soda, ed è matura da fine maggio a giugno. La BellItalia, tipica del Trentino Alto Adige, è piccola, dolce, ha una polpa tenera e rossa ed è matura da fine maggio. Esiste poi un’altra varietà, che prende il nome di Durone della Marca: si distingue per il suo colore rosso tendente all’arancio, si presta molto per marmellate e conserve sotto spirito, ed è matura da fine giugno. La tipologia Ferrovia, matura a maggio, di origine pugliese, è caratterizzata da una polpa tenera e carnosa dalle tinte rosso chiaro e da un sapore dolciastro.

La ciliegia del Monte, di origine campana, è diversa a seconda del lato che si osserva: uno è di colore giallo-rosato, l’altro rosso scuro. La polpa è croccante e di colore giallastro. Il tipo Malizia, tipico della Campania, ha un colore rosso rubino intenso, è di grosse dimensioni e matura nel mese di maggio. La varietà Mora di Cazzano, tipica della provincia veronese, è di un colore rosso brillante e matura a giugno, la polpa è croccante e ha il giusto equilibrio di dolcezza e acidità. Troviamo poi il tipo toscano Bella di Pistoia, che ha grandi dimensioni, una superficie rossa, una polpa rosa, molto croccante e saporita. In questo periodo in varie città d’Italia vi sono anche sagre e feste in onore questo frutto buonissimo!

Infine, vi voglio anche raccontare di questo dolce, che sa di cose semplici fatto di pochi ingredienti, ma che già dal primo morso vi conquisterà. Una torta se vogliamo del riciclo, preparata con del pane raffermo e con le ciliegie protagoniste di questa stagione.

TORTA DI PANE CON CILIEGIE ALLA CANNELLA

Ingredienti (per uno stampo da 20/22 cm):

  • - 400 g di ciliegie
  • - 600 ml di latte
  • - 250 g di pane raffermo (anche integrale o ai cereali)
  • - 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • - scorza di 1 limone bio
  • - 120 g di zucchero di canna
  • - 50 g di burro
  • - 30 g di farina
  • - 2 uova

 

Procedimento
Spezzettate il pane grossolanamente, trasferitelo in una ciotola e versatevi sopra il latte tiepido, lasciate che il pane si ammorbidisca per bene per almeno 20 minuti. Nel frattempo snocciolate le ciliegie e mettetele in una pentola con una parte dello zucchero di canna, fate caramellare per 15 minuti, devono ammorbidirsi e formare lo sciroppo.

Strizzate il pane con le mani togliendo il latte in eccesso, aggiungete poi le uova, la farina, il burro morbido, la cannella, il restante zucchero e 3/4 delle ciliegie caramellate. Versate il composto ottenuto in una teglia che avrete precedentemente imburrato e infarinato leggermente, livellate il composto e aggiungete sopra le restanti ciliegie con il loro sciroppo. Infornate per 35/40 minuti a 180°. Prima di servire la torta lasciatela riposare in frigorifero per almeno 2 ore.

Smile, Beauty and MoreDaniela Tornato è la blogger di “Smile, Beauty and more”. Potrebbe vivere in qualsiasi parte del mondo… ma di fatto non si allontana dalla cucina! È li che il rumore delle padelle e i profumi le riportano alla mente ricordi e emozioni. Spinta da un’irrefrenabile curiosità di assaggiare e scoprire nuovi sapori, ama la cucina perché è condivisione e sperimentazione.



Stampa in PDF