Arrivano gli asparagi di stagione, per purificarsi prima dell’estate

Ideali per la dieta di primavera, sono protagonisti di piatti ed eventi in tutta l’Emilia Romagna
Emilia-Romagna
La dieta di primavera? Meglio condirla con una buona dose di asparagi di stagione. Lo sanno bene in Emilia Romagna, terra che dedica a questo ortaggio tante ricette e sagre. Gli asparagi di stagione si raccolgono da marzo a giugno e maturano giusto in tempo per offrirci l’opportunità di purificare l’organismo prima che arrivi l’estate.

Il motivo è semplice. Gli asparagi di stagione sono poveri di lipidi (0,2 su 100 grammi) e ricchi di proteine (3,6 gr), quindi si adattano a ogni dieta grazie al basso apporto calorico (solo 29 calorie totali). Contengono inoltre purine che riducono il gonfiore causato dal ristagno di liquidi e hanno proprietà diuretiche, depurative e remineralizzanti. Allo stesso modo gli asparagi di stagione apportano vitamina A, carotene (82 milligrammi su 100) e antiossidanti, che rappresentano un vero e proprio elisir di giovinezza per pelle e mucose. Hanno anche un ottimo contenuto di vitamina B, C, E e sali minerali come sodio, potassio, ferro, calcio, fosforo e zinco, che tendono a disperdersi con la sudorazione all’avvicinarsi della stagione calda.

Tra gli altri preziosi componenti degli asparagi di stagione si annoverano anche asparagina e rutina, un flavonoide ottimo protettore dei capillari; senza contare gli oli essenziali con effetto cardiotonico, antinfiammatorio, ipotensivo.

Un consiglio a chi vuole acquistare asparagi di stagione: orientatevi sui germogli grandi, decisamente più morbidi e polposi rispetto a quelli piccoli. In Emilia Romagna potete fare incetta nei banchi dell’ortofrutta o in una delle sagre dedicate: tenetevi aggiornati consultando l’agenda di Territori.Coop.


Stampa in PDF