Asparagi: quest’anno saranno più gustosi grazie all’inverno freddo

In Veneto il ritardo di stagione promette una qualità impeccabile. E i ristoratori di Bassano la celebrano in una rassegna.
Veneto
Hanno tardato ad arrivare, ma quest’anno gli asparagi di Bassano DOP saranno ancora più gustosi. L’inverno rigido ne ha posticipato la crescita e così hanno rischiato di mancare l’appuntamento di San Giuseppe, tradizionale data che segna l’inizio del raccolto. Ma a conti fatti non è grave: la temperatura rigida contribuisce infatti a concentrare il gusto dell’asparago rendendolo ancora più saporito.

Il ritardo di maturazione potrebbe inoltre allungare la stagione oltre la tradizionale chiusura prevista per il 13 giugno. La ricorrenza si lega questa volta al giorno di Sant’Antonio, indicato tra i primi “promotori” dell’asparago su questo territorio.

A celebrare invece oggi la stagione del principe bianco di Bassano ci pensa la rassegna Asparagi e Vespaiolo in scena fino al 24 maggio. L’iniziativa - giunta alla 33° edizione - ha preso il via all’inizio di aprile e prevede degustazioni ogni giorno in 21 ristoranti della zona riuniti nel gruppo “Ristoratori bassanesi”. Il tutto è arricchito da eventi speciali tra cui il secondo concorso rivolto agli istituti alberghieri veneti per dare spazio anche - e soprattutto - alle giovani leve della cucina regionale.


Stampa in PDF