Dal Nonno ai nipoti

Fondata più di 60 anni fa da Nonno Nanni, Latteria Montello è cresciuta e si è modernizzata ad opera dei figli e dei numerosi nipoti.
“Mio nonno si chiamava Giovanni Lazzarin, ma tutti lo chiamavano Nanni. Nel 1947, insieme ai suoi fratelli, iniziò a produrre formaggi freschi e stagionati in un piccolo laboratorio caseario in campagna , a un chilometro dal sito attuale. La latteria era dotata solo di pentoloni di rami riscaldati da caldaie a legna”. Silvia Lazzarin ricorda il nonno con grande affetto. È grazie a lui se Silvia ha deciso di lavorare in Latteria Montello come Responsabile marketing e comunicazione. Agli stracchini delle origini si sono via via aggiunti nuovi prodotti, come Robiola, Squaquerello, Golosetta e Favola di Latte.

Nonno Nanni è riuscito a trasmettere l’amore per la tradizione casearia a tutta la famiglia: ai figli Luigi, Armando e Bruno, attuali titolari, ma anche ai numerosi nipoti che oggi lavorano in azienda, ognuno nel proprio settore. Silvia ci spiega: “Una sorella è al reparto qualità e analisi, l’altra all’ufficio legale. Poi ci sono i miei cugini: chi alla finanza, chi al commerciale, chi al personale e alla produzione. Portiamo avanti il patrimonio che ci stanno consegnando i nostri genitori, che a loro volta avevano ricevuto dal nonno”.

Fu nel 1970 che Nonno Nanni passò il testimone ai suoi tre figli maschi, i quali decisero di specializzarsi nella produzione di formaggi freschi e di spostare l’attività a Giavera del Montello. È grazie a loro se il piccolo laboratorio si è trasformato oggi in uno stabilimento di 30 mila metri quadri, con un fatturato di 90 milioni di euro all’anno. Negli anni ’90 Latteria Montello si rinnova introducendo tecnologie all’avanguardia (tra le quali il coagulatore per formaggi molli più lungo d’Europa) ed espandendo la propria rete di distribuzione anche all’estero.
Nel 2000 inizia la collaborazione con Coop; a questo proposito Silvia dichiara: “Coop ha svolto un ruolo molto importante per la nostra crescita: la collaborazione ha avuto uno sviluppo armonico, da subito improntato a un’ottica a lungo termine”.


Stampa in PDF