Fior di frutta, dalla migliore frutta bio

Coltivata e lavata con cura e pazienza, la frutta selezionata viene surgelata per essere disponibile tutto l’anno. Inizia qui il cammino di Fior di Frutta, la confettura di Rigoni di Asiago biologica al 100%.
Veneto
  • Riscaldamento ed evaporazione: la frutta surgelata viene portata a temperatura ambiente con evaporazione a bassa temperatura (25-30 °C).
  • Aggiunta del succo di mela: viene unito il succo di mele biologiche necessario a dolcificare e conservare naturalmente il prodotto.
  • Concentrazione: il prodotto viene cotto sottovuoto in boule di acciaio a bassa temperatura per raggiungere il?grado zuccherino desiderato, per massimo 15 minuti.
  • Aggiunta di pectina: viene unita la pectina di frutta.
  • Prima pastorizzazione: si procede a una prima pastorizzazione del prodotto sfuso.
  • Invasettamento: la confettura viene distribuita nei vasetti sterilizzati, che vengono chiusi sottovuoto con il coperchio.
  • Pastorizzazione: i vasetti vengono fatti passare in un tunnel di pastorizzazione per circa 10 minuti con acqua a 90 °C nebulizzata sul tappo, in modo da inattivare i microrganismi presenti.
  • Abbattimento della temperatura: attraverso tre passaggi in acqua fredda, i vasetti vengono raffreddati portando il cuore del prodotto a temperatura ambiente.
  • Controllo del vuoto: un sensore controlla che all’interno del barattolo sia presente il vuoto, quindi che la confettura non si trovi a contatto con l’ambiente.
  • Pesatura: ogni vasetto viene pesato e scartato se sottopeso.
  • Controllo a raggi x: si verifica che nei vasetti non siano presenti corpi estranei.
  • Controlli di laboratorio: a campione, si eseguono controlli chimico-fisici e microbiologici nel laboratorio interno, per assicurarsi che la pastorizzazione sia stata sufficiente a inattivare la carica batterica del prodotto e che il vuoto creato sia idoneo.
  • Etichettatura: Ogni lotto di produzione è separato dal successivo e ogni vasetto identificato con l’etichetta e il sigillo di garanzia.
  • Imballaggio: I vasetti vengono imballati e marchiati con l’apposita codifica (cod. EAN 128), attraverso la quale si può risalire alla materia prima utilizzata e al processo di trasformazione effettuato.


Stampa in PDF