I fagioli cannellini conquistano la tavola con la loro delicata pastosità

Grazie al loro cuore tenero e farinoso i fagioli bianchi sono ottimi per zuppe, passate e minestre, ma anche per preparare insalate e burger vegetariani 

Lazio

I fagioli cannellini, chiamati anche fagioli bianchi, sono dolci e delicati. Dalla forma allungata e leggermente curva e dal cuore tenero e farinoso, questi fagioli hanno una superficie liscia e una buccia sottile che li rende perfetti ingredienti di zuppe, passati e minestre. Ampiamente utilizzati nella cucina tradizionale si trovano in commercio freschi, congelati, secchi, lessati e conservati in barattolo. Dai semi essiccati si ricava anche la farina che può essere utilizzata in svariate preparazioni. I fagioli cannellini sono ricchi di proteine e carboidrati. Contengono anche sali minerali come calcio, ferro, fosforo, manganese, potassio, selenio e zinco, e vitamine idrosolubili del gruppo B.

Grazie al modesto indice glicemico e all’abbondanza di fibre, i cannellini sono adatti alle diete ipocaloriche e nell’alimentazione dei diabetici. Lecitine, fitosteroli e polifeloni, insieme alle fibre, agiscono positivamente sul metabolismo lipidico, riducendo l’assorbimento intestinale di acidi grassi e colesterolo. Sono invece un alimento non adatto a chi soffre di calcoli renali. È sempre bene evitare il consumo dei cannellini crudi, soprattutto nel caso dei bambini, perché il legume contiene anche fasina, un composto tossico termolabile contenuto nelle leguminose. Per eliminare questa sostanza è sufficiente la cottura. Il prodotto secco, prima di essere cucinato, deve stare in ammollo in acqua fredda per 6-10 ore. Ancor meglio sarebbe cambiare l’acqua a metà ammollo. I cannellini dovranno essere poi bolliti, da soli o con altri ingredienti, in una pentola con acqua fredda e a fuoco basso.

I fagioli cannellini sono dunque un ottimo ingrediente da portare a tavola. Sono perfetti per cucinare antipasti, primi piatti, contorni e, dopo la cottura, anche sostanziose insalate. Tra le ricette più famose c’è la polenta con fagioli bianchi, i fagioli all’uccelletto, la ribollita e i cannellini al fiasco. Grazie alla delicata pastosità sono perfetti per creare creme, burger vegetariani e vellutate.

 

Foto: La Rosina 



Stampa in PDF