Una fragola Candonga fa primavera

È la prima della stagione e nel Metapontino riesce a dare il meglio di sé.
Puglia
C’è una fragola innamorata del Mediterraneo: si chiama Candonga e nel territorio del Metapontino si sente a casa. Complice il clima mite della Basilicata, la terra tra i due mari, questa dolce specialità matura in fretta anticipando - già a partire da marzo - le fragole di tutta la stagione.

Ma non sono solo i tempi di maturazione a rendere speciale la Candonga. Questa varietà dalle origini spagnole è forte di natura. La sua resistenza alle malattie consente di ridurre al minimo i trattamenti e di coltivare con tecniche a basso impatto ambientale. Una caratteristica che, unita alle numerose proprietà organolettiche, contribuisce a renderla un prodotto diffuso e apprezzato.

Lo confermano i numeri della produzione. Con 60 milioni di piantine vendute (pari a circa mille ettari e una produzione stimata di 40mila tonnellate), la Candonga è la prima varietà coltivata dai produttori del Sud Italia. Solo nella piana di Metaponto viene impiegata nell’80% degli impianti su una superficie di 600 ettari.

E se anche l’occhio vuole la sua parte, la Candonga pare non avere rivali. A renderla irresistibile sono la sua forma elegante, il colore deciso e la polpa carnosa. Una combinazione che corteggia i sensi come l’arrivo della primavera.


Stampa in PDF