Una storia che dura tre generazioni

Dall’attività commerciale del nonno Angelo fino all’attuale salumificio, la tradizione friulana continua nei prodotti Dentesano

Friuli Venezia Giulia

Le origini del salumificio Dentesano risalgono all’immediato secondo dopoguerra: “Fin dagli anni ‘50 mio nonno Angelo si recava presso le famiglie di contadini a prendere le cosce fresche del maiale e le stagionava qui a Percoto” racconta Federico, attuale socio dell’azienda. Fu negli anni ’60 che il nonno costruì questo stabilimento, dove abitava e produceva prosciutti crudi. Un tempo era così: sotto si lavorava la carne, sopra abitava il paron (il padrone) e nel piano superiore si stagionava.

Nel frattempo il figlio Sergio si specializzava a Trieste nella produzione di prosciutti cotti. Racconta Federico: “Negli anni ’50 mio padre mise in piedi un piccolo laboratorio per fare prosciutti cotti con osso. Lavorava con caldaie a legna: pentolone in rame, fuoco sotto e nottate con gli amici ad aspettare che i prosciutti si cuocessero”.

Negli anni ’70 Sergio torna a Percoto, portando con sé la sua esperienza nella produzione di prosciutti cotti. I prodotti Dentesano aumentano e iniziano ad uscire dai confini regionali. Negli anni ’80 la ditta individuale di Sergio diventa la società per azioni "Salumificio Dentesano S.p.a." che conta, tra i soci, la moglie Maria e i due figli Paolo e Federico.

“Avevo 4 anni quando ho iniziato a dare una mano qui”, ricorda Federico. “Pelavo aglio tutto il giorno. Ho scelto di proseguire la tradizione di mio nonno e di mio padre per passione. Sono diventato socio dell’azienda quando avevo 20 anni, dopo aver studiato e lavorato in Germania, dove ho frequentato la “Fleischerschule” di Augsburg.

Oggi i Dentesano distribuiscono in tutta Italia una vasta gamma di prodotti (tra cui prosciutti, arrosti, salami, wurstel), ma grazie all’esperienza che si tramandano da generazioni sono rimasti dei veri e propri “artigiani del gusto”.



Stampa in PDF