In Veneto c’è aria di Primavera del Prosecco

Da marzo a giugno il territorio trevigiano offre una serie di mostre, appuntamenti e proposte tutte dedicate ai suoi vini.
Veneto


La “Primavera del Prosecco” è alle porte: già ci si può immergere tra i vigneti dell’Alta Marca, vivere le suggestioni di borghi e castelli, o ancora visitare le cantine di Valdobbiadene e Conegliano. La rassegna enoturistica veneta - giunta alla sua 19° edizione - ha preso il via il 15 marzo e fino a giugno offrirà appuntamenti e mostre a tema. Tante le iniziative: per chi ama il buon bere e il buon cibo sono numerosi i ristoranti, le locande e le trattorie dove è possibile assaggiare i piatti tipici della tradizione. Da quest’anno, inoltre, ognuna delle 15 Mostre del vino che danno vita alla rassegna proporrà un piatto della cucina locale.

A Santo Stefano la 45° esposizione Valdobbiadene Cartizze Docg è già cominciata e resterà allestita fino al 30 di marzo. Le prossime inaugurazioni sono previste il 29 marzo a Vidor con la 35° Rive di Colbertaldo e Vidor - Mostra del Valdobbiadene Docg; e a Col San Martino con la 58° Mostra del Valdobbiadene Docg: la più antica delle rassegne legate alla Primavera del Prosecco Superiore.
E c’è di più. Per gli amanti della natura ci sono diverse proposte, dalla cavalcata lungo i 100 km d’ippovia delle Prealpi, ai percorsi cicloturistici proposti dalle Slow bike, per arrivare al trekking e nordic walking. Novità dell’edizione sono le passeggiate brevi “Le nostre vie”: itinerari accessibili a tutti per scoprire il territorio a ogni età.

Protagonisti della rassegna sono ovviamente i vini locali, posti al centro delle differenti degustazioni. Accanto al celebre spumante Conegliano-Valdobbiadene Docg ci saranno il Cartizze Docg, il Refrontolo Passito Docg, il Torchiato di Fregona Docg, il Colli di Conegliano Docg bianco e rosso e il Verdiso.
foto neropeceinikon


Stampa in PDF